Friday, November 17, 2017

Didattica e Docenti

 

Didattica e docenti
    
La nostra scuola di pensiero: L'Approccio Cognitivo Zooantropologico
Dagli studi dell’etologo e saggista Roberto Marchesini, fondatore di questa scuola di pensiero, viene elaborato il concetto di zooantropologia e, successivamente, l’Approccio Cognitivo Zooantropologico. Con l’approccio cognitivo si ritiene che il comportamento animale sia l’espressione del suo stato mentale: considerando il cane in grado di immagazzinare ed elaborare informazioni, utilizzando le proprie capacità, emettendo infine la risposta ritenuta adeguata.
La zooantropologia è la disciplina che studia le relazioni tra l'uomo e le altre specie animali, verificando e analizzando i contributi che l'uomo può ricevere da parte della diversità animale. Si pone come meta il raggiungimento di una relazione uomo-cane congrua e responsabile, nel pieno rispetto di entrambi, basata su fiducia, accreditamento e collaborazione piuttosto che sulla sua obbedienza e sull’autorità dell’uomo nei confronti dell’animale.
L'approccio cognitivo-zooantropologico si discosta non soltanto da ogni addestramento che si basi su coercizioni e punizioni, ma anche dal metodo gentile, basato sul rinforzo positivo.
Infatti, l’approccio cognitivo-zooantropologico è sì gentile, non utilizzando coercizioni e rispettando le caratteristiche etologiche del cane, ma va ben oltre, perché si rivolge alla mente del cane, alle sue capacità di apprendimento e allo sviluppo del suo potenziale cognitivo.
L’approccio cognitivo-zooantropologico, quindi, intende interpretare i comportamenti del cane sulla base di motivazioni ed emozioni, comprendere i processi di apprendimento e facilitare l'insegnamento. A differenza dell’addestramento che si pone come obiettivo quello di insegnare al cane abilità che siano al servizio dell'umano, quasi come se fosse una macchina da programmare per uno scopo, il fine dell'educazione è sviluppare la mente del cane per realizzare in pieno tutte le sue potenzialità. In questo contesto la relazione cane-umano è alla base del progetto pedagogico, in quanto la persona si pone come mediatore di conoscenze: rende le esperienze fruibili al cane adattandole alle sue capacità e alle sue potenzialità.

 

I docenti:
      
Veronica Papa
Fondatrice del Centro Cinofilo La Margherita.
Educatrice e Istruttrice Cinofila riconosciuta F.I.C.S.S.
Nata il 27 luglio 1964 a San Donà di Piave (Ve).
Laurea in Economia Aziendale, Università Ca’ Foscari di Venezia.
"Non ricordo un solo giorno della mia esistenza senza un cane al mio fianco; sin da bambina il mio cane è sempre stato uno dei principali protagonisti della mia vita. Imparare a conoscere e a capire questi animali è da sempre la mia grande sfida. Aiutare chi vive accanto a un cane a raggiungere la magìa dell’intesa profonda con lui è il mio principale obiettivo professionale".

 

Anemos Zanchetta:
Nato il 5 marzo 1988 a Mestre (Ve).
Diploma di Liceo Scientifico.
Ha frequentato Scienze Ambientali all’Università di Venezia.
Educatore Cinofilo SIUA riconosciuta F.I.C.S.S.
"Ho sempre cercato un modo per capire e per farmi capire dagli animali; l’approccio cognitivo zooantropologico mi ha dato gli strumenti per poter collaborare con i cani, nel pieno rispetto del loro benessere fisico e psichico".

 

Elena Zanibellato:
Nata il 28 aprile 1984 a Mirano (Ve).
Laurea in Medicina Veterinaria all’Università di Padova.
Svolge l’attività di medico veterinario libero professionista nella provincia di Treviso.
Iscritta alla Società Italiana di Scienze Comportamentali Applicate.
Educatrice Cinofila SIUA riconosciuta F.I.C.S.S.
"Fin da bambina alle bambole ho sempre preferito animaletti di gomma e di peluches. Una passione innata che, negli anni, si è trasformata nel mio lavoro. La meraviglia che si prova con un cane accanto rappresenta la magia di poter scoprire e riscoprire ogni giorno un mondo diverso: bello perché diverso, da rispettare in quanto diverso, ma un mondo aperto a una comunicazione e uno scambio così profondi da emozionarmi continuamente".

 

Il Programma delle lezioni
Il corso We and Dog - Cani e Umani Consapevoli è strutturato su diverse tematiche che toccano tutti gli ambiti del rapporto cane-umano.

 

Ecco le dodici lezioni teoriche e pratiche che si terranno in sei incontri didattici:.

LEZIONI TEORICHE: 

1° incontro
mattino: Chi è il cane, da dove viene, come è arrivato fino a noi
pomeriggio: Il benessere del cane
2° incontro
mattino: Le derive di relazione
pomeriggio: Le fasi evolutive e le diverse età del cane
3° incontro
mattino: Il gruppo secondo il cane
pomeriggio: Come pensa e come comunica il cane
4° incontro
mattino: Come il cane si integra nel contesto umano
pomeriggio: Le risorse: cosa sono per il cane e come le gestisce
5° incontro
mattino: Le emozioni: come le esprime il cane
pomeriggio: Le motivazioni: cosa è importante per il cane
6° incontro
mattino: Cosa succede quando siamo in casa? la Famiglia
pomeriggio: Cosa succede quando siamo fuori? la Squadra
7º incontro
Prova d’esame finale
 

LEZIONI PRATICHE:

1° incontro
- Mettiamoci nei panni del cane
- Imparare a tenere il guinzaglio
2° incontro
- Aggancio e sgancio in collaborazione con il cane
- Lavoro sulla calma
3° incontro
-Gioco di sguardi
-Incroci e incontri
4° incontro
-Passeggiata in città
-Liberi insieme
5° incontro
-Giocare insieme
-Usiamo il naso
6° incontro
-Abilità sociali
-Passeggiata in centro città e sosta al bar

                                                                                                            articolo pubblicato da Veronica Papa